laFEDERAZIONE

Dal 1954 a oggi Confcooperative Habitat riunisce le imprese cooperative edilizie di abitazione e i loro consorzi attivi nell'ambito dei servizi alla casa all'interno di Confcooperative, la Confederazione delle Cooperative italiane, con il compito di rappresentarne gli interessi nei confronti di istituzioni, enti e organismi nazionali e comunitari e garantire l’assistenza e i servizi necessari allo sviluppo delle imprese cooperative del settore residenziale.

Nel dettaglio Confcooperative Habitat assolve i compiti di indirizzo, rappresentanza e tutela delle cooperative di abitazione; promuove lo sviluppo imprenditoriale degli enti associati e l'incremento e la riqualificazione del patrimonio edilizio abitativo, in contesti urbani che rispondano ai bisogni della comunità; promuove il benessere relazionale dei soci e delle persone nel loro contesto abitativo e urbano, coinvolgendo e mettendo in rete le risorse sul territorio; promuove la realizzazione di alloggi sociali nell’ambito dell’edilizia residenziale sociale e sostenibile e dei relativi servizi; promuove iniziative di formazione professionale dei soci, del personale e dei dirigenti degli enti associati, in collaborazione con le strutture regionali; promuove, coordina e gestisce direttamente funzioni di sussidiarietà fra le federazioni regionali allo scopo di favorire lo sviluppo delle cooperative di abitazione su tutto il territorio nazionale e la diffusione delle esperienze positive già in essere; cura attività di  informazione e aggiornamento sul fronte tecnico, normativo ed economico dedicate agli enti associati e di promozione della cultura cooperativa in assoluto.

Dal gennaio 2011, Confcooperative Habitat, insieme alle altre due centrali cooperative Legacoop Abitanti e Agci Abitazione è impegnata nel coordinamento nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, settore abitazione. Tra gli obiettivi, dare vita a una nuova moderna cooperazione, rafforzata dalle pluriennali esperienze delle tre centrali che miri a una crescita complessiva della qualità dell’abitare delle città attraverso gruppi di lavoro tematici che affrontino i problemi dell’accesso al credito, della fiscalità e della riqualificazione edilizia e urbana dei centri abitati.